Il GR20 di Alessandro a fine settembre 2018

Buon giorno Alessandro, ti poi presentare ?

Buongiorno! Mi chiamo Alessandro, classe 1979, vivo in un paesello alle porte di Milano, sono un amante della natura e delle attività all’aperto.

Tra i tanti impegni della vita cerco sempre di ritagliare un po’ di tempo da dedicare alla montagna che è una delle mie passioni.

Le attività che svolgo di più sono le vie ferrate perché, a mio parere,sono una via di mezzo tra il trekking e climbing… Svolgo anche attività militari in ambiente montato perciò ho sempre una buona preparazione fisica.

Salute
Salute

Avete già esperienza di escursioni?

Come dicevo nella presentazione,passo molto tempo in montagna però non avevo mai fatto percorsi lunghi come il GR20.

Ci può consigliare qualche escursione da fare nella sua zona?

Nella mia zona, vicino a Milano, sulle Alpi ci sono diverse vie ferrate, sono tutte escursioni abbastanza veloci ma non scontate, molto belle e panoramiche; vi elenco alcune di quelle non troppo impegnative che ho fatto di recente è cconsiglio;

  • Ferrata MAURIZIO Alpi ,orobi
  • Ferrata Monte due Mani , Alpi lecchesi
  • Ferrata nasego, Alpi bresciane
  • Ferrata monte Ocone,Alpi bergamasche
  • Ferrata orrido di foresto, Alpi piemontesi
  • Ferrata centenario c.a.o,Alpi lecchesi
  • Ferrata sentiero dei fiori,passo del tonale

Per quanto riguarda il GR20: In quale periodo? Quale percorso e in quale direzione?

Io e il mio amico, avevamo pochi giorni a disposizione per vivere questa avventura, perciò abbiamo deciso di fare il percorso da callenzana a vizzavona,siamo partiti il 22 settembre 2018 e abbiamo preso il treno da vizzavona per callenzana il 27 mattina.

Alessandro-e-il-suo-amico
Alessandro e il suo amico

Qual è stato il contesto o il processo di voler realizzare il GR20? Una preparazione specifica?

Da tempo eravamo alla ricerca di un’esperienza di questo genere, qualcosa che ci avesse messo alla prova, una vera avventura dove avremmo potuto mettere in pratica le nostre conoscenze acquisite negli anni e contare solo noi stessi,siamo sportivi e la fatica ci appaga.

Il gr20 ti da la possibilità di vivere l’avventura nel modo in cui preferisci, da runner, da escursionista, noi l’abbiamo voluta vivere in modalità hard style autosufficienti con cibo a sufficienza per tutto il percorso è tutto l’occorrente per bivaccare autonomamente.

Quando ho scoperto questo trekking, sentendone parlare da un amico ho subito pensato che dovevo farlo a tutti i costi, ero affascinato!

Da quel momento, trovato il socio e amico (Giovanni classe 1979) abbiamo iniziato a pianificare e ad allenarci.

Il tipo di allenamento che abbiamo eseguito, oltre la corsa,facevamo trekking zavorrato con zaino da 15 kg, ogni uscita in montagna la facevamo così, anche in via ferrata.

Che attrezzatura hai portato?

Per le attrezzature spenderò qualche parola in più in quanto ritengo sia importante per chi avesse bisogno di informazioni dettagliate!

Avevamo zaini tecnici militari da 50 litri (mystery ranch) esattamente il modello (SATL) molto resistenti, il peso complessivo con tutto era intorno ai 19/20kg.

borsa-da-trekking-gr20
Borsa da trekking GR20

Non sapendo per certo dove trovare l’acqua siamo partiti con circa 3 litri a testa, però eravamo provvisti di una borraccia filtrante (water to go) che a mio avviso è stata fondamentale per poter purificare l’acqua di sorgente al 99% in tempo zero !

Come abbigliamento : (1) pantalone tecnico ORC Industries, (5) lungo, (1) pantalone corto in cotone, (4) magliette tecniche, (3) mutande, (3) paia di calze, (1) cappello di pile, (1) cappello jungle , (1) collare in cotone.

Come indumenti termici  : (2) completi maglia e pantalone di livello 2, per il vento e pioggia avevamo una giacca in Gore-Tex livello 6 mentre per il freddo una giacca in piumino comprimibile (snugpak)

Usavano la classica tecnica di vestirci a strati in base alle condizioni meteo…

La notte in quel periodo faceva molto freddo perciò indossavo i due completi termici e cappello per dormire, il solo sacco a pelo non era sufficiente a scaldarmi ,teneva come minima fino a zero gradi ma mi sento di consigliare di munirsi di un sacco a pelo che tenga almeno -15 gradi,questo se si vuole fare da metà settembre in poi…

Come materasso avevo portato un auto gonfiabile della ferrino da peso di 600 grammi, mentre la tenda era una (sintesi-1 ferino) monoposto, peso 830 grammi –

Scarpe : Salomon GTX alte è un paio di ciabatte ultra leggere.

Mi sento di consigliare delle scarpe ben collaudate e di un numero in più perché i piedi marciando tanto tendono a gonfiarsi, a me sono saltate 3 unghie per questo motivo!

tende-da-trekking-gr
Tende da trekking gr20

Attrezzatura extra : occhiali ,bacchette, kit medico, crema solare, (consiglio di portare : aspirina, antidolorifico, magnesio per i crampi) fornello, pentola, cucchiaio, coltello pieghevole, kit igiene personale, copri zaino imperdibile,torcia frontale e batterie, GoPro, soldi di piccolo taglio, telefono, power bank da 20000Ah, (sufficiente x caricare telefono e GoPro per 6 giorni) Giovanni aveva un caricatore solare.

Per quanto riguarda il cibo avevamo 6 buste di riso pre cotto, 7 buste di carne essiccata fatta in casa, pane morbido, 7 biscotti proteici,una busta di anacardi non salati, 4 buste di frutta disidratata, 2 tubi di biscotti ringo, cioccolato e caffè idrosolubile.

Avete pensato all’aspetto della sicurezza durante la preparazione del GR20?

Nella preparazione del GR20 più volte abbiamo valutato l’aspetto sicurezza, infatti eravamo intenzionati a portare un telefono satellitare da usare in caso di emergenza ! Poi però, parlando con un amico che lo aveva percorso da poco, mi aveva rassicurato dicendomi che i telefoni prendono il segnale ! (non sempre)

Nel kit medico avevamo materiale per primo soccorso e batterie supplementari, abbiamo seguito il percorso segnato evitando di perderci e avevamo anche le cartine per essere sicuri di non sbagliare strada…

cairns-rossi-e-bianchi-e-tracce-per-segnare-il-percorso
Cairns, rossi e bianchi e tracce per segnare il percorso

Più neve sul campo ?

Non abbiamo trovato neve, anche se un paio di notti siamo arrivati a zero gradi!

Quella notte tremavo dal freddo!

Il vento era molto forte, da non sottovalutare, soprattutto quando si marcia in vetta!

direzione-vizzavona
Direzione Vizzavona

Qualli sono le tue impressioni ?

La mia impressione è stata decisamente positiva, ci si trova a staccarsi completamente da tutti i confort della vita quotidiana e si arriva ad una condizione dove si è perfettamente in sintonia con la natura, il fisico e la mente si adattano dopo poco a vivere piacevolmente in quell’ambiente severo, i colori, i paesaggi, gli animali, il rumore della natura ecc…

Ti fanno ricordare di essere vivo.

acqua-dolce-lungo-il-percorso
Acqua dolce lungo il percorso

Il tuo rifugio e scalo preferito?

Ci è piaciuto molto passare la prima notte in prossimità del rifugio d’Ortu di u Piobbu perché ci ha regalato un tramonto spettacolare che difficilmente dimenticheremo!

tramonto-in-Corsica
Tramonto in Corsica

Avevi un oggetto (o un trucco) pratico da spiegare ai nostri lettori durante il tuo soggiorno?

Una cosa che è stata particolarmente di nostro gradimento è stata la carne essiccata (manzo e maiale) quando si è in un regime alimentare così ristretto e si fatica tanto, la mente ha bisogno di essere premiata, noi tenevamo la dose di carne essiccata per la cena e ammetto che la mangiavamo con così tanto gusto che sembrava la cosa più buona del mondo!

Consiglio per chi decide di non appoggiarsi al rifugio per il mangiare di portare un alimento nutriente e goloso da tenere come premio per il fine giornata !

bivacco-sul-gr20
Bivacco sul gr20

Altri consigli per i nostri lettori per preparare il GR20 ?

Noi abbiamo di proposito deciso di vivere questa esperienza facendola in modo molto duro, con 20 kl di zaino e due tappe al giorno, marciavamo delle 5 del mattino a volte fino alle 18.00 / 19.00, avevamo una tabella di marcia da rispettare!

Ci è spiaciuto avere poco tempo da dedicare ai paesaggi !

Per godere al massimo questa esperienza consiglio di fare una tappa al giorno e viaggiare leggeri e in tranquillità, godendo al massimo quello che offre quel fantastico posto!

nuvole-montagne-e-valli
Nuvole, montagne e valli

Se pensaste di rifare il GR20, cambiereste qualcosa ?

Ho in programma di rifare il percorso non so ancora se nel 2020 o più avanti… mi piacerebbe avere più tempo e farlo completo al contrario,cioè da porto vecchio fino a Calenzana magari cercando di godermi al massimo questa avventura che consiglio di fare almeno una volta nella vita!

Lago-Nino-GR20-Corsica
Lago-Nino-GR20-Corsica

Vuoi aggiungere qualcosa di più ?

Grazie Emeric, GR20 Blog per avermi proposto questa intervista, spero possa essere utile a qualcuno!

W la Corsica ! Se servono consigli mi potete contattare sul mio profilo instagram @denton.van.zan.79

Alla prossima ! Alessandro

Grazie mille Alessandro per il vostro feedback e per tutti i vostri dettagli! In effetti, la vostra intervista sarà molto utile per i lettori italiani che stanno preparando il GR20! Andate ora sul vostro conto Instagram per scoprire tutte le vostre foto! A presto Alessandro.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

*