Fabio de Macerata in Italia – Il suo GR20 a fine giugno / inizio luglio

Buongiorno Fabio, ti poi presentare ?

Buon giorno a Te Emeric ed a tutti i lettori, sono italiano ho quasi 66 anni di età, ho due figli, sono divorziato, ho smesso di lavorare da tre anni per dedicare più tempo a me ed alle cose che ho voglia di fare. Abito a Macerata nel centro Italia, nella regione Marche stupenda per i paesaggi anche di montagna con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Mi piace viaggiare in totale autonomia e senza agenzie di viaggio.

fabio-gr20-corsica

Da quando tempo fai il trekking ? Poi hai altre passione oltre trekking ?

facevo trekking quando avevo 30 anni, frequentando la montagna con ogni tempo ed in ogni periodo dell’anno. Ho ricominciato di recente in quanto è una delle due mie grandi passioni. L’altra passione è il volo con aeroplano a motore nel quale la tenda da campeggio è sempre mia fedele compagna.

Per quanto riguarda il GR20. Quando ? in que senso hai fatto il percorso ? Quale stato il punto di partenza e il punto di arrivo ?

Ho percorso la GR20 da nord a sud da Calenzana a Conca, sono partito lasciando il mio piccolo campingcar sulla piazza della Chiesa a Calenzana il 21 giugno e sono sceso a Conca il 6 luglio 2019, ho sempre percorso l’itinerario principale senza varianti come indicato nella guida A’ travers la Montagne Corse, Topo guides, edizione 2018 Parcu di Corsica e FFRandonnee.

laghi-di-melo-e-capitello-corsica

Sono ritornato a Calenzana comodamente con il servizio pubblico di Bus e la navetta al campeggio di Conca.

arrivo-del-gr20-a-conca-fabio

Ho dormito in tutti i rifugi indicati nella guida. A Vizzavona ho dormito nella gite d’etape davanti alla stazione, a Capannelle ho dormito alla gitè d’etape U Fuconu e nell’altipiano di Cuscionu ho dormito a Matalza. Ho camminato in solitaria anche se poi ti fai tanti amici di percorso.

Mi poi dire qualli materaili hai preso con te ?

Ho usato uno zaino Forclaz 50 lt easyfit, carico di materiale e due lt di acqua per un peso di 12 kg.

Ho usato scarponcini alti con suola in Vibram della Tecnica, no bastoncini, poncho per la pioggia, 2 kg di viveri secchi di emergenza con frutta e barrette, in marcia mangiavo 2 barrette di cioccolata Mars comprate nei rifugi e 3 pasticche di sali Polase.

borsa-da-trekking-per-il-gr20

Ho portato un sacco a pelo leggero per temperature di 8-10 C° ho avuto freddo solo a Matalza.

Pochi vestiti da indossare a strati, pantaloni lunghi accorciabili, pantaloni corti, una maglietta a maniche lunghe che ho sempre usato lavandola la sera per proteggermi dal sole le braccia. Un paio di sandali da trekking usati anche per fare il bagno nei torrenti e per un guado.

Kit di pronto soccorso che per fortuna non è servito con crema per i piedi all’aloe e calendula. Sapone ecologico, dentifricio, protezione solare, occhiali scuri anti UV da ciclista, cappello di paglia con laccio, mi sono mancati i guanti da arrampicata. No tenda e materassino ho sempre dormito nelle tende dei rifugi e tre volte nei dormitori.

rifugio-petra-piana-gr20-corsica

Ho seguito la chek listi che mi è arrivata per mail eliminando l’attrezzatura da cucina.

Ancora neve in arrivo ?

Sul percorso c’erano solo piccole lingue di neve senza nessun pericolo.

scioglimento-della-neve-sulle-montagne-della-corsica-fabio

Qual ‘è l’oggetto o la cosa stato più pratico per te ?

Sono stati essenziali il cappello di paglia e gli occhiali scuri anti UV, perfetta l’accoppiata scarponcini e calzini usati per una settimana in città prima di partire.

pannello-di-orientamento-gr20-corsica

Qualli sono i tuoi impressioni ?

  • Positivi : bellissimo il paesaggio in generale, ottima l’ospitalità nei rifugi, perfetta la segnaletica, indispensabile notevole spirito di adattamento.

rifugio-usciolu-gr20-corsica

  • Negativi : a volte il sentiero non è definibile sentiero ma solo traccia da seguire su pietraie infinite.

nuoto-sul-gr20

Se tu dovessi fare questa esperienza del GR20 un altra volta, che cosa cambieresti ?

Porterei meno cibi di emergenza, porterei il binocolo che avevo dimenticato ed i guanti da roccia, non porterei ancora i bastoncini.

porta-spasimatra-gr20-corsica-fabio

Qualli consigli potresti dare ai notri lettori italianni che preparano il loro GR20 ?

Essenziale una grande capacità di adattamento all’aspro ambiente montano, buon allenamento e grande convincimento mentale.

lago-di-nino-corsica

Vuoi aggiungere qualcosa ?

Non è possibile pretendere maggiori servizi nei rifugi dove i rifornimenti arrivano con il mulo. Cari saluti a tutti.

vista-dalla-terrazza-del-rifugio-gr20-fabio

Grazie mille Fabio per la tua intervista! E ora, guardiamo il tuo video GR20 :

ci vediamo presto!

A vous de laisser un commentaire !